Tribunale di Vercelli

Piazza Amedeo IX, 2

Tribunale di Vercelli
Tribunale di Vercelli

Sede del tribunale

Fin dal 1926 il Tribunale ha in Vercelli la sua sede nel prestigioso castello, edificato nel 1290, forse su rovine preesistenti, da Matteo Visconti. L'attuale struttura conserva ancora, nonostante riedificazioni dovute ai Savoia e successivi più recenti restauri, l'impianto quadrangolare originario, con torri quadrate agli angoli. Una notevole influenza sulla pianta del castello fu certamente esercitata dalle preesistenti mura comunali, alle quali la fortificazione venne addossata e collegata. La torre di nord est sorgeva sulla linea delle mura urbane e quella più esterna di sud est servì probabilmente a raccordare il castello all'esiguo spazio triangolare esistente fra le mura urbane e la struttura interna recintata. Lungo il lato orientale si ergeva anche una bassa torre, ora non più esistente, ma visibile nella tarsia cinquecentesca del coro ligneo di S. Andrea, realizzato dopo il 1511, nella quale è raffigurato in modo alquanto realistico il castello di Vercelli, visto dal lato orientale. La fedeltà del disegno conferma la presenza di una doppia cortina fra le due torri di levante, la più esterna delle quali si collega alle mura urbane. Gli ingressi erano tre, serviti da ponti levatoi, essendo il castello circondato su tre lati da un ampio fossato: uno, attualmente ancora in uso, sul lato meridionale, un altro, ora murato, sul lato di ponente, e da ultimo un piccolo ingresso nell'angolo sud orientale, che dava con ogni probabilità accesso alla strettoia fra le mura urbane e il recinto del castello. Addossati al lato di ponente e a quello meridionale vi erano, prima delle ricostruzioni e degli ampliamenti posteriori al XVII secolo, alcuni fabbricati, fra i quali una cappella castrense, un palatium ed un corpo di guardia, ancora distinguibili nella veduta secentesca del Theatrum Sabaudiae. Successivamente la pianta interna subì una radicale ristrutturazione con la costruzione di corpi di fabbrica aderenti ai lati del quadrilatero, ad eccezione di quello settentrionale, e con l'inserimento, più recente, della grande struttura meridionale, occupante buona parte dell'anticacorte. Le vicende del monumento, che ospitò dapprima i podestà viscontei fino al 1427, anno in cui Filippo Maria Visconti cedette Vercelli ad Amedeo VIII di Savoia, poi gli stessi duchi, che ne fecero la loro residenza temporanea, ed infine i governatori della città, sono ampiamente analizzate negli studi locali. L'interesse del castello visconteo vercellese, anche in riferimento alla storia della città, è tuttora notevole ed i ritrovamenti archeologici del secolo scorso nel fossato a nord permettono di ipotizzare l'effettiva presenza nell'area di notevoli resti antichi, fors'anche legati alla domus di S. Stefano.

Comuni del

circondario giudiziario

Ailoche

Alagna Valsesia

Albano Vercellese

Alice Castello

Arborio

Asigliano Vercellese

Balmuccia

Balocco

Bianzè

Boccioleto

Borgo D'Ale

Borgo Vercelli

Borgosesia

Breia

Buronzo

Campertogno

Caprile

Carcoforo

Caresana

Caresanablot

Carisio

Casanova Elvo

Cellio

Cervatto

Cigliano

Civiasco

Collobiano

Costanzana

Cravagliana

Crescentino

Crevacuore

Crova

Desana

Fobello

Fontanetto Po

Formigliana

Gattinara

Ghislarengo

Gifflenga

Greggio

Guardabosone

Lamporo

Lenta

Lignana

Livorno Ferraris

Lozzolo

Mollia

Moncrivello

Motta Dè Conti

Olcenengo

Oldenico

Palazzolo Vercellese

Pertengo

Pezzana

Pila

Piode

Postua

Prarolo

Quarona

Quinto Vercellese

Rassa

Rima San Giuseppe

Rimasco

Rimella

Riva Valdobbia

Rive

Roasio

Ronsecco

Rossa

Rovasenda

Sabbia

Salasco

Sali Vercellese

Saluggia

San Germano Vercellese

San Giacomo Vercellese

Santhià

Scopa

Scopello

Serravalle Sesia

Sostegno

Stroppiana

Tricerro

Trino

Tronzano Vercellese

Valduggia

Varallo

Vercelli

Villa Del bosco

Villarboit

Villata

Vocca

Share by: